giovedì 14 maggio 2020

DMR Monte Murano Potenza Originale

Dopo varie prove e perplessità sulla trasmissione del ponte dmr in test a Monte Murano, abbiamo riscontrato con molto stupore che il Finale Rf della radio in TX ( Motorola Gm 360 ) si è bruciato o meglio si è rotto il microcontrollore che gestisce la Riflessa limitando l' apparato alla sola potenza del secondo stadio di amplificazione circa 300mw.

Tale potenza spiega la scarsa efficacia del Ripetitore che in un sistema come il dmr che necessità del feedback iniziale del ripetitore per avviare la sincronizzazione dei time slot, rende il ponte inutilizabile anche se in realtà il ricevitore è molto sensibile.

La riparazione della radio era quasi impossibile in tempi brevi , allora ho deciso di fare un gioco di scambio di un radio che utilizzavo in rx su un altro ripetitore dato che in trasmissione andava bene ma non ero mai riuscito in passato ad usarla in dmr per varie problemi di scarsa deviazione e poca linearità , mi sono attrezzato per risolvere il problema e farla funzionare a tutti i costi.

MODIFICA GM 350

La radio in oggetto Motorola Gm350 ( versione UHF a 12,5 Khz) è la radio da modificare per essere usata come trasmettiore del ripetitore.
Dopo aver trovato un nuovo punto di iniezione della bassa frequenza prima dello stadio del modulatore, baypassando un condenzatore e resistenza che riducevano notevolmente la linearità, tramite un problema di accopiamneto di impedenza.
Nel' accensione del apparato e dopo i primi test non riuscivo ad ottenere


Cavetti per prelevare il Segnale non filtrato



Nell' accensione del apparato e dopo i primi test non riuscivo ad ottenere la modulazione ottimale, aumentando al massimo il guadagno sia lato modem che lato software non riuscivo ad ottenere la soppressione della portante, la deviazione non è sufficente allo scopo desiderato, ho provato inoltre ad aggiungere uno stadio di amplificazione con op rail to rail , ma senza risultati decenti anzi l' eccessivo guadagno portava ad una distorzione dello stazio di media frequenza.
Desisto rimandando le ulteriori prove al giorno seguente.



Buca di Bessel non soddisfacente radio originale


Nella mattinata mi viene l' illuminazione, mi ricordo che il codeplug di Motorola nella voce Service possiede un voce ( Deviation Adjust ) che permette di uniformare la deviazione massima su frequenze campione , la sera provo subito ad aumentare progressivamente i valori fino ad arrivare al massimo e con sorpresa vedo che riesco a rientrare nei margini di taratura del modem raggiungendo la famosa soppressione di portante.

Aggiustamneto Deviazione
Finiti questi accorgimenti la radio in dmr ha iniziato subito a parlare senza dover toccare ulteriori impostazioni , quindi ho proceduto ad un ulteriore affinata al duplexer che iniziava a presentare un po di ossido sulle viti che rendeva poco affidabile il contatto elettrico con rispettive difficoltà di taratura.


Considerazione

La famiglia Gm 340,360,380 si sposa molto bene con i modi digitale e sono ottime per farci questo genere di sperimentazione, la possibilità di selezionare la larghezza del canale semplifica molto la taratura.
Il problema avuto con la Gm350 è che la canalizzazione a 12,5Khz possiede una deviazione massima di 2,5Khz , e sappiamo bene che il Dmr per funzionare bene ne occorre 2,75Khz , quindi 250hz mancanti creano problemi se la radio viene usata in trasmissione, ma si riesce a risolvere con questo accorgimento che ho usato.

Per Concludere il Ripetitore è attivo in Test al Murano con la potenza EIRP di 10Watt calcolata tenedo conto delle perdite di filtri e cavo e del guadagno del apparato radiante.

Ricordo la frequenza di utilizzo
ir6ui   430.950    +5.0Mhz   


73 Marco
IU6DGD

sabato 25 aprile 2020

NET del 25 Aprile per festeggiare Marconi

Si è appena concluso il NET del 25 aprile dedicato al 146 compleanno della nascita di Guglielmo Marconi. La partecipazione è stata discreta tenuto conto anche di manifestazioni analoghe nel corso della giornata come ad esempio quella dell' ARI di Ancona effettuata in 10 metri e quella dei nostri vicini della Sezione CISAR di Riccione. 
Come sempre un ringraziamento va a tutti i partecipanti che si sono susseguiti nella ruota sulle frequenze del Link Regionale ed anche a quelli che hanno partecipato "virtualmente", tramite i vari social, alll' iniziativa.
Qui di seguito un estratto dei partecipanti odierni. Un arisentirci ai prossimi appuntamenti in Radio (comunque i ripetitori sono sempre disponibili anche fuori dai NET...!).


Intervento della Principessa Elettra Marconi (figlia di Guglielmo) nell' ambito della manifestazione "Insieme per la ripresa: la giornata di Marconi 2020"


Operazione " Schiarita di Voce"



Uno dei mali che affliggeva i ripetitori che utlizzano la rete 44 Cisarnet, era appunto la brutta qualità della fonia che era causata dalle alte latenze dell' instradamento verso internet , dopo varie peripezie fra configurazioni di rotte si è riusciti a trovare un modo per far uscire il traffico dei ripetitori verso internet in maniera diversa.
Per ora i ponti ad aver subito il trattamento sono :

Link Nazionale ru19 Monte Murano
Dmr ir6ui Monte Murano ( test )

A breve uniformeremo il sistema anche agli altri dispositivi in fonia della rete 44
Ping verso server DMR

Un ringraziamento a Gianleonardo IW2NKE per l' accesso ad internet e per l' aiuto nelle configurazioni dei vari router .

venerdì 24 aprile 2020

NET del 25 Aprile


Come da locandina sottostante, domani 25 aprile, si svolgerà un "NET" sulle frequenze del Link Regionale in occasione dei festeggiamenti "virtuali" per la nascita di Guglielmo Marconi.
Vi aspettiamo domani dopo cena per farci un saluto in Radio, un augurio di presto ritornare alla normalità... dato che ci siamo anche di un buon Primo Maggio e per esagerare, per gli anconetani, anche un Buon San Ceriago (Ciriaco per i non anconetani)...!


domenica 19 aprile 2020

TEST IR6UI RU8 Genga Restyling 3° Versione TEST




Sono finalmente ad annurnciarvi che sono riuscito dopo 2 anni di switch off a rimettere in funzione il Ripetitore Ir6ui , ubicato a Monte La Croce di Genga che era in precedenza interconnesso con il Link Regionale.

Il ponte aveva subito dei problemi ala alimentatore e alla logica dovuti a un presunto fulmine che ha colpito la nostra postazione durante un temporale estivo.

Passati due anni per colpa del poco tempo a disposizione ho messo il progetto in pausa e ci lavoravo a piccoli step.
Per prima cosa ho rimosso la vecchia logica che era interamente composta da elettronica ( vecchio stile) porte logiche, cmos, temporizzatori e vecchie schede accroccate per le sintesi.... tutto molto affidabile ma difficile nella ricerca guasti durante le manutenzione, inoltre i componenti sofrivano di una notevole deriva termica che portavano modifica dei livelli sulla bf e lunghezza dei temporizzatori.
Quindi in riferiemento a questo ho optato per utilizzare SvxLink per gestire la logica del ripetitore , molto piu facile da interfacciare e meno oggetti in funzione , diminuendo così anche il rischio guasti.
La macchina Linux gira su un Raspberry pi3 senza molti problemi e la scheda audio utilizzata è saldata ad una porta usb " sacrificata" per l ' occasione ho voluto evitare falsi contatti del usb .
Le commutazioni sia del ptt e del dcd avvengono sui pin Gpio del Raspberry tramite semplici transistor di pilotaggio.
A livello di bf sono prelevate le uscite non filtrate degli apparati così da gestire eventuali subaudio tramite Svxlink anche se le radio supportano la decodifica ho optato per farla fare al software così da avere il pieno controllo remoto del sistema.

Invece per la massima ridondanza del sistema è installato al interno del Rpt il nostro telecontrollo per la gestione remota che controlla le temperature del ( Rx, Tx, Alimentatore, Interno rack) e i principali carichi di un ponte sotto rele.

Il sistema attualmente non ha apparato di link per interconnsessioni di altri sistemi, ma il sistema parte da subito con la possibilità di interfacciarlo tramite rete dato che Svxlink supporta questa cosa e sarà possibile sperimentare anche il voter con appositi rx remoti.

Insomma le sperimentazioni iniziano ora e si prevede un estate e autunno di novità


Il Ponte Ripetitore è attualmente nella solità posizione di prova dove rimarrà per qualche settimana affiche riusciamo a verificare che tutto funzioni per il meglio





RPT in test con Duplexer sovrastante

Ringrazio Christian IU6DJR per le configurazioni della macchina Linux, e per il corretto funzionamento di tutti gli script che girano dal avvio.

73 IU6DGD

TCP IP Over Radio il Packet 2.0

Ho sempre apprezzato il packet dagli inizi della mia attività radiantistica mi sono dilettato a modificare molti ex apparati civili per utilizzare il piu possibile l' intera larghezza del canale per avere il massimo baudrate possibile , e quindi velocità maggiori nello scambio dei dati.

Dopo tante prove mi sono rassegnato a non salire sopra i 9600bps per non avere perdite di stabilità.
Per scambiare piccoli file di qualche kb e messaggi di testo è piu che sufficente, ma per veicolarci sopra traffico tcp ip , assolutamente no.
Il mondo radioamatoriale viene in nostro aiuto ed ho reperito nel web un ottimo progetto da sperimentare, si tratta di un modem con a bordo tutto il necessario per veicolare traffico tcp ip tramite radio.
Dopo aver realizzato i pcb in cina ho provveduto all' assemblaggio dei componenti e alle prime prove, che si sono dimostate molto soddisfacenti con ping accettabili e velocità del ordine di 250-300Kb/s.
Come avrete intuito epr raggiungere tali capacità di traffico i moduli radio sono a alrga banda ed arrivado a picchi di deviazione di 200-250 Khz , quindi sconsigliati per uso radiamatoriale dato che ci è consentita una canalizzazione molto più stretta, ma utili a fini di emergenze o per avere occasionali connessioni di backup con le reti ham 44 .
Vi allego come al solito qualche foto e lì indirizzo del sito dove potrete trovare tutto il necessario per la realizzazione
Prova dei due trx al banco
Link Modem NPR70 : https://hackaday.io/project/164092-npr-new-packet-radio

73 IU6DGD

martedì 14 aprile 2020

Switch On DMR Monte Murano


Dopo 5 anni di test , finalmente mi sono degnato di mettere a disposizione il Ponte Dmr fatto con MMDVM , ed oggi ore 16:30 circa è avvenuta la prima trasmissione dalla postazione di Monte Murano.
L' antenna attualmente utilizata è un antenna di riserva del link nazionale e potrebbe avere problemi di ros , per questo il ripetitore risulta avere dei lobi di trasmissione strani e la potenza in uscita anche se di 5-6 watt dopo i filtri non risulta sufficente per comprire le zone sottostanti , ma invece si riesce ad ascoltarlo ed utilizzarlo da lontano.
Per ora sono gradite prove da parte di tutti facendo anche riferimento al segnale del Ru19 sulla medesima postazione, cosi da fare un giusto confronto.
Per l' interfacciamento alla rete abbiamo usato la rete Cisarnet , che iniziamo finalmente a popolare di servizi , ma si riscontrano piccoli problemi di latenza verso il server del Brainmeister, ma stiamo pian piano lavorando per migliorare questo problema.
Inoltre è stata occasione per montare la versione " speriamo definitiva" del telecontrollo Ripetitori ormai in sperimentazione da un paio di anni , e dopo prove e miglioramenti siamo giunti ad una versione definitiva e priva di bug.

Aggiungo qualche foto





Come detto sono gradite prove sul ripetitore in test per valutare la sua efficacia
430.950  +5.000Mhz    

Ondemand TG 88 e TG87 su Slot 1


73 de iu6dgd
Marco